Un sentito grazie!


Il Korego presenta Filumena Marturano al Teatro Due Roma, 7 dicembre 2019

E con le due strepitose repliche di Roma di “Filumena Marturano”, il Korego Theater Group si prende una meritata pausa fino a Gennaio. Il pubblico di Roma ha confermato l’amore per questa opera, ma anche per il percorso del gruppo. Dovuti ma non per questo meno sinceri,  vanno i ringraziamenti a tutto il cast che ha sostenuto in tutto e per tutto la trasferta, alle famiglie ed amici che hanno reso possibile la messa in scena, ai sostituti che con prontezza hanno colmato i vuoti, a chi ha seguito in regia questa produzione, a tutto il pubblico calorosissimo, in particolare al presidente Grasso che ci ha onorati della sua presenza e che ringraziamo per il suo sincero interesse per il nostro progetto.
Al di la’ dell’avventura romana, ci sono dei compagni di viaggio ai quali il Korego deve molto per i successi di questo fantastico 2019:
Natalino Bucci e il gruppo Sipario, Roberto Paletta e il Coi di Utrecht, Vincenzo Toscani e IPN; gli sponsor: Admin&More, Il Salotto, Armonia Estetica Simona e Margherita Tutta la Vita; Edoardo Erba e Maria Amelia Monti per il supporto durante Rosalyn; Diego Millo, Sandra Natalizio, Cristina Mariani, Daniele Scauso e Gabriele Manca per la loro creativita’; tutte le famiglie dei koreuti che supportano le attivita’ del Korego con entusiasmo e sorridendo davanti ai sacrifici.
Menzione d’onore va al gruppo organizzativo del Korego, le “Angels” che pianificano, coordinano e monitorano le produzioni dal budget al marketing, dalla logistica alle vendite, dai rapporti con gli sponsor alla gestione dei teatri, dalle pubbliche relazioni alla gestione del sito web, dalla biglietteria online alla produzione grafica: da dietro le quinte, con grande passione e abnegazione, Marinella Aloisio, Margot Massarutto, Loredana Nicolini e Gabriella Vecchio.
La direttrice del Korego, Carmelinda Gentile, desidera concludere l’anno con queste sentite parole:
“Spendiamo spesso il nostro tempo per cercare di trovare un equilibrio, noi stessi, qualcuno con cui scambiare vita, un centro di gravità permanente, direbbe Battiato. Credo che quel luogo per me sia il palcoscenico, la’ dove finzione e realtà si incontrano e si contaminano. In questi anni di lavoro col Korego Theater Group, ho potuto godere della bellezza della condivisione di un sogno che con abnegazione tutti stiamo insieme regalando a noi stessi e al pubblico che ci segue. Spero sempre di mantenere questa purezza e sincerità di intenti e mi auguro di avere al fianco sempre questo meraviglioso gruppo di compagni di viaggio.”
Vi aspettiamo nel 2020!

Carmelinda Gentile

A teatro con Annibale Ruccello


Il Korego presenta un pomeriggio a teatro con Annibale Ruccello il 3 Novembre 2019 dalle 17:00 alle 20:30 presso l’Imperium Theater di Leiden, riproponendo due opere del commediografo partenopeo gia’ portate in scena con grande successo di pubblico ad Amsterdam, Utrecht e Roma lo scorso inverno, sempre con la regia di Carmelinda Gentile. 

Si inizia con “Anna Cappelli” (17h00-18h00)  interpretata da Loredana Nicolini. Cosi’ Carmelinda Gentile ci introduce al mondo di Anna e alla scelta di regia che ha pensato per questa opera di Annibale Ruccello: “Anna Cappelli è un impiegata che vive fuori sede e condivide un piccolo appartemento, apparentemente una donna allegra senza troppi tabù, anche se il suo attacamento alle cose rivela un’instabilità di fondo. Trovato l’amore, reagisce all’abbandono in una maniera del tutto inaspettata. Ho immaginato per Anna un mondo legato in qualche modo al cinema, unico svago che lei stessa dice di concedersi. Fondamentalmente Anna è ancora una vittima della solitudine e dell’amore sbagliato che ne fanno per assurdo una carnefice.”

Si prosegue – dopo una pausa tecnica – con “Le Cinque Rose di Jennifer” (19h30-20h30), con Francesco Gentile e Jarno Angelo Conte. Il critico teatrale Baffi ci descrive cosi’  lucidamente l’opera di Ruccello:” Verità e sogni confusi nel racconto lucido di chi non ha più spazio e parole per “aspettare” un arrivo che possa scaldare il cuore. Jennifer e le telefonate sbagliate in ossessiva ripetizione. Jennifer e le incursioni di una vicina a creare l’incubo feroce. Jennifer e la scoperta di uno sdoppiamento impossibile a saldarsi. Jennifer, dramma ed ironia in punta di penna. Come vuole la scrittura feroce di Annibale Ruccello, capace di essere alimento per i tanti attori che l’hanno amata riuscendo a dare alla “sua” Jennifer corpi, ansie e psicologie tanto differenti, fino a farne un grande “personaggio classico”. Vedi un breve video di Le Cinque Rose di Jennifer

I biglietti per le due rappresentazioni si vendono separatamente. Consumazione al bar del teatro e dolce napoletano gratuiti a chi acquista entrambi i biglietti.