Anna Cappelli


Sabato 2 Febbraio 2019 ore 20:00 – Polanentheater

Polanenstraat 174, 1013 WC Amsterdam

Dopo il successo di Le Cinque Rose di Jennifer, il Korego propone al proprio pubblico un’altra toccante opera di Annibale Ruccello: Anna Cappelli. Carmelinda Gentile ci introduce al mondo di Anna e alla scelta di regia che ha pensato per questa opera di Annibale Ruccello:
“Anna Cappelli è un impiegata che vive fuori sede e condivide un piccolo appartemento, apparentemente una donna allegra senza troppi tabù, anche se il suo attacamento alle cose rivela un’instabilità di fondo.
Trovato l’amore, reagisce all’abbandono in una maniera del tutto inaspettata.
Ho immaginato per Anna un mondo legato in qualche modo al cinema, unico svago che lei stessa dice di concedersi.
Fodamentalmente Anna è ancora una vittima della solitudine e dell’amore sbagliato che ne fanno per assurdo una carnefice.”

Locandina Anna Cappelli ' Sabato 2 Febbraio 2019, Amsterdam, Polanentheater ore 20:00
Anna Cappelli il prossimo spettacolo del Korego al Polanentheater, Amsterdam

Reality Shock


di e con Annalisa Insardà

26 gennaio 2019 ore 20:00 Teatro Munganga, Amsterdam


Reality Shock nasce dall’esigenza di divulgare e far conoscere, anche agli indolenti, le molteplici forme di privazione di libertà.
È la necessità che viene dalla incertezza della pena, dall’incertezza della giustizia, dall’incertezza che, come diceva Corrado Alvaro, fa sorgere il dubbio se sia, o meno, conveniente vivere onestamente.

La possibilità comunicativa di questo spettacolo è stratificata. Reality shock, se non c’è un minimo di senso critico e di occhio consapevole sulla povertà etica e sociale e spirituale e giuridica del nostro tempo, non saprà dove attecchire. Ma gli animi dei popoli sono in tumulto. Oggi come sempre. L’ingiustizia è un male che non conosce epoca. Sempre attuale. Così come i testi di questo reading.

I teatri, i caffè letterari, i cortili dei castelli, le piazze chiuse al traffico, i giardini isolati, le sale meeting… Ogni spazio è funzionale a Reality shock. Purché il rumore del mondo rimanga fuori.